Riflettori puntati sul personale - Andy Abello

Gennaio 2024

Di recente abbiamo incontrato il responsabile del magazzino, Andy Abello, che ci ha raccontato il suo periodo alla Mtec 

Da quanto tempo lavora per Mtec e cosa faceva prima?

Lavoro con Mtec da un anno e mezzo. In precedenza gestivo un magazzino farmaceutico all'ingrosso.

Cosa le piace di più del suo ruolo?

Mi piace la sfida di creare spazi, che sembra molto noiosa, ma mi piace gestire e utilizzare il magazzino e lo stoccaggio. Mi piace anche il fatto di lavorare con tecnici che conoscono l'arte: imparo costantemente a conoscere gli artisti, le installazioni e in generale come funziona il settore. Per quanto riguarda i magazzini di qualsiasi altro settore, se ne può mettere uno dentro l'altro e funziona, ma con l'arte è diverso.

 

Qual è stata la sua sfida più grande?

Direi che la mia sfida più grande finora è stata quella di adattarmi alle esigenze di Enfield, di essere autosufficiente. Essendo un sito satellite, la necessità di una comunicazione chiara tra i reparti e i clienti è fondamentale per gestire in modo efficiente il nostro magazzino Mtec Enfield.

 

Che cosa dà a Mtec il vantaggio sui concorrenti?

Direi che Mtec sfida l'impossibile anche con richieste irrealistiche.
Che sia per motivi logistici o di tempo, a Enfield tutti collaborano e raramente diciamo di no.

 

Cosa è cambiato nel vostro reparto?

Prima tutti arrivavano e iniziavano alla stessa ora, ora iniziamo e usciamo a orari diversi a seconda delle esigenze dell'azienda. Ci concentriamo sul fornire ai nostri clienti il miglior servizio e queste misure garantiscono che i dipendenti siano sempre accesi e attenti, che abbiano un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata e che chiudano la settimana lavorativa senza sentirsi esausti.

Riflettori puntati sul personale della Mtec Fine Art Handling - Andy Abello